STAGIONE 2017/18

Teatro della Corte - OSOPPO

 

Venerdì 13 ottobre ore 20:45       

 

MORIRE, DORMIRE, SOGNARE FORSE   - anteprima NAZIONALE - 

 

Con

Compagnia Anà-Thema Teatro

 

“Morire, dormire, sognare forse” è una riflessione per l’essere umano come uomo, come artista e come sognatore. Ogni uomo deve compiere un viaggio, durante e dopo la vita, che lo conduce alla verità e alla conoscenza; un viaggio che ogni uomo deve fare per conoscere il suo posto nell’esistenza; un viaggio che ogni figlio deve compiere per distaccarsi dai propri genitori. Si incontrano sul palco situazioni di quotidianità assurda che travalicano le epoche e gli spazi. Il desiderio di vivere insieme, la ricerca di una felicità spezzata con l’avanzare dell’età, i figli, la sofferenza e la morte, unico elemento che l’ha vinta su tutti gli altri.


 

Sabato 28 ottobre ore 20:45 

  

SCONCERTO ROCK

 

Con

Gene Gnocchi

 

Il poliedrico artista vestirà i panni di "The legend", un'anziana rock star tornata sul palco dopo anni di silenzio, nella speranza di risolvere i suoi problemi economici.

Il ritorno sulle scene, però, si trasformerà ben presto in un calvario...

 


 

Sabato 11 novembre ore 20:45 

 

SOLA ANDATA e altri viaggi nel vuoto 

 

Di e con

Erri De Luca

 

Solo andata ripercorre il viaggio di un gruppo di emigranti clandestini dall’Africa ai “porti del nord”, arieggia i cori dell’antica tragedia, che raccontano gli avvenimenti (o vi alludono) e insieme li commentano, accompagnandoli con partecipazione anche quando il punto di vista è solo quello del testimone. La dizione è secca, scabra, e nulla concede alla retorica lagrimosa cui queste vicende spesso si prestano, né ai piaceri del verso, che è soprattutto cadenza, perfetta nel “dare ritmo” al dramma di questo viaggio senza tempo. Seguono versi che ora lasciano emergere uno stato d’animo, ora un ricordo, ora di nuovo un fatto di attualità o una riflessione di carattere politico o sociale. Ma sempre Erri De Luca è capace di mettere a fuoco, con un’immagine o un’espressione non scontata, la realtà cui allude, e di                                                                    mostrarcene la valenza poetica anche là dove la materia appare più refrattaria a essere riscattata. 

 


 

Sabato 2 dicembre ore 20:45 

 

HOT DOG

 

Con

Compagnia Substanz 

 

Un progetto di danza-teatro sull'arte nella vita quotidiana e sulla vita quotidiana nell'arte, sulla popolarità e la riproduzione. Un concetto di spazio aperto rende possibile l'eliminazione delle separazioni tra palco e pubblico. In questo modo gli spettatori sono direttamente impegnati nell'evento e si confrontano costantemente con la questione ricorrente della Pop Art: che cosa è l'arte e cosa non lo è? Nel processo coreografico di astrazione si può vedere da un lato l'aspetto tipico della Pop Art di serialità e riproduzione e dall'altro lato l'originale e inaspettato momento coreografico. Le immagini oscillano tra l'arte e il consumismo e si spostano verso l'obiettivo di Warhol di "consumatore felice". 


 

Domenica 17 dicembre ore 18:00

 

CANTO DI NATALE recital

 

Con

Battigelli, Venier, Gandhi, Pontini e gli attori di Anà-Thema Teatro

 

 

 

 


 

Sabato 31 dicembre ore 21:00 

Spettacolo fuori abbonamento  

 

CAPODANNO CON SDRINDULE & LA SDRINDI BAND

- Speciale Capodanno a Teatro -

Con

Sdrindule e la Sdrindi Band

 

Una serata all'insegna del divertimento e delle risate 

 

 


 

Sabato 20 gennaio ore 20:45 

 

IL BACIO

 

Con

Barbara De Rossi

Regia

Francesco Branchetti

 

Il Bacio di Ger Thijis è un testo straordinariamente e profondamente intriso di umanità. W' la storia di un incontro tra un uomo e na donna che va alla ricerca del suo destino.

Il Bacio è una magica e meravigliosa esplorazione del cuore umano. Una conversazione fatta di piccole bugie e verità sorprendenti, il mistero di un incontro, il mistero di un sentimento che nasce, il mistero della vita.


 

Sabato 10 febbraio ore 20:45     

 

IL PRIMO AMORE

  

Di e con

Leonardo Manera

 

Leonardo Manera in questo spettacolo ripercorre idealmente la propria vita, raccontando sia gli eventi privati, sia alcuni eventi pubblici che hanno segnato la storia dell’Italia e degli italiani negli ultimi decenni, dai mondiali di calcio dell' 82 a Tangentopoli, con tutti gli stati d’animo che ne conseguono: per arrivare alle delusioni che ogni persona incontra nel proprio cammino. Gli scatoloni che sono in scena non rappresentano un trasloco materiale, ma il trasloco sentimentale, di emozioni che un padre, anche se separato, può lasciare al figlio, insegnandogli a ridere e a sorridere anche nei momenti più complicati, insegnandogli a navigare di bolina: ad andare avanti, cioè, anche quando la vita è controvento.


 

Sabato 24 febbraio ore 20:45  

 

DON CHISCIOTTE

 

Con

Compagnia Stivalaccio Teatro

 

Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma sopratutto grazie al pubblico.

A partire dall'ultimo desiderio dei condannati a morte prendono il via le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall'estro dei due saltimbanco che arrancano nel tentativo di procrastinare l'esecuzione, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. E se non rammentano la storia alla perfezione, beh, poco importa, si improvvisa!


 

Sabato 10 marzo ore 20:45 

 

IL VIZIETTO

 

Con

I Papu

 

 

 


 

Sabato 24 marzo ore 20:45 

 

UAN UIMEN SCIO

 

Con

Catine

 

 

 

 


 

Sabato 7 aprile ore 20:45 

  

 

VALA' ORESTE

 

Con

Compagnia Teatrale di Ragogna

 

Un maggiordomo. Sempre lui, a subire le manie e i vizi di una coppia scoppiata. Un maggiordomo precario al servizio di due pazzi. Questa è la situazione che innesca emozioni e reazioni sempre più crescenti, sempre meno controllabili.

Le tante vicissitudini di questa buffa vittima dei folli, provocano stress, agitazioni, strane malattie e allergie; un po’ come per tutti noi nella società di oggi. Venite a vederle da fuori, da vicino, da molto vicino, e... da dentro. Forse troverete la soluzione ai vostri tic, alle vostre debolezze. Forse no. Ma se vedrete Oreste e le sue reazioni, rimarrete o... resterete a bocc.... 


 

Sabato 21 aprile ore 20:45  

 

MIOR STA' CUL MAL CA SI A'

 

Con

Compagnia Drin e Delaide

 

Le protagoniste indiscusse sono loro: porte che si aprono e si chiudono in continuazione. Porte che si sorprendono svelando un nuovo personaggio o scombinando il corso degli eventi. Porte che non restano chiuse e porte che non vogliono aprirsi. Porte sbattute in faccia e porte serrate alle spalle. Porte che con il loro frenetico movimento determinano il ritmo dell’azione. Due le scelte “forti” in questo messinscena: la lingua friulana, come adattamento di situazioni caratteristiche della nostra terra; l’ambientazione negli anni ’70, periodo di grandi cambiamenti nel costume e nella società e che in Friuli ha segnato un vero spartiacque tra Friuli della tradizione e Friuli moderno. I nostri protagonisti sono lì in mezzo, confusi tra la voglia di novità e la sicurezza della tradizione.


 

Sabato 5 maggio ore 20:45 

 

GILDO  

 

Con

Compagnia Travesio Tutto Teatro

 

New York, anni ‘30. Meni Cecon è un emigrante friulano che ha fatto fortuna: inseguendo il sogno americano è diventato un industriale di successo. Ma il successo non può difenderlo dal ciclone che si sta per scatenare in casa: c’è una valigia piena zeppa di gioielli che continua a cambiare di mano e c’è un imbroglio di figlie legittime e un po’ meno legittime, ciascuna con un corteggiatore che aspira alle nozze. Per Siôr Meni i problemi sono appena iniziati.


 

Sabato 19 maggio ore 20:45 

 

E DOMAN?

 

Con

Compagnia Teatro Maravee

 

Il pretesto per mettere fine alla propria vita, diventa il pretesto per imparare ad apprezzarla. Un gioco teatrale surreale, una parabola contemporanea, che cerca di raccontare con i toni della leggerezza e del paradosso una società in crisi, dove i valori dell’uomo appaiono lisi e sfilacciati sullo sfondo di un progressivo impoverimento spirituale.

Ivan è un garagista, uomo semplice e di piacevole concretezza, religioso praticante, di bassa estrazione sociale. Tobia invece è un Vip della TV, psicologo di nascita, ma opinionista tuttologo di adozione televisiva. Colto, ironico,  egoista ed egocentrico. Dall’incontro tra due diverse disperazioni nasce un dramma sottile, spesso imprevedibile, che assume i toni della comicità.


BIGLIETTI STAGIONE 2017/18

 

 

Rassegna "I GRANDI OSPITI"

 

Biglietto intero         € 12,00

Biglietto ridotto        € 10,00

(under 18 / over 65 / universitari)

 

 

Rassegna "TESORI DEL TERRITORIO"

 

Biglietto intero         € 10,00

Biglietto ridotto        €   8,00

 

(under 18 / over 65 / universitari)

 


 

ABBONAMENTI STAGIONE 2017/18

 

 

Abbonamento  "I GRANDI OSPITI" (9 spettacoli)

 

Intero                       € 85,00

Ridotto                     € 70,00

(under 18 / over 65 / universitari)

 

 

Abbonamento  "TESORI DEL TERRITORIO" (5 spettacoli)

 

Intero                       € 40,00

Ridotto                     € 35,00

(under 18 / over 65 / universitari)

 

 

Abbonamento  "GOLD" (tutti i 14 spettacoli)

 

Intero                       € 115,00

Ridotto                     €   98,00

(under 18 / over 65 / universitari)

 

Per info e prenotazioni: 0432-1740499 / 3453146797

Direzione Artistica Luca Ferri

 

Contatti:   info@anathemateatro.com    -    +39 0432 1740499   -   +39 345 3146797

Ufficio:       via C. Battisti, 1 33100 Udine (UD)      p.i / c.f. 02609240300

Teatro:      via XXII novembre, 3 33010 Osoppo  (UD)

Orario Uffici e Botteghino:    lunedì chiuso     /     martedì - venerdì     10:30  / 19:30       /     sabato - domenica    13:30  /  20:30