STAGIONE 2021/22

Teatro della Corte - OSOPPO

Il Teatro della Corte di Osoppo riparte con una stagione ricca di spettacoli emozionanti!

 

Date le nuove normative ministeriali che ci consentono di riportare la capienza del teatro al 100%,  comunichiamo che gli spettacoli andranno in scena unicamente la DOMENICA alle ore 18.00 !

L'ingresso in sala sarà consentito solo su prenotazione e ai possessori di GreenPass in corso di validità.

 

La compagnia Anà-Thema e il Teatro della Corte hanno preparato la sala teatrale sanificata e pronta per accogliervi... ripartiamo più forti di prima!

 

PREZZI BIGLIETTI 2021/22

Biglietto intero         € 14,00

Biglietto ridotto        € 12,00  (under 18 / over 65 / universitari)


Domenica 10 ottobre repliche ore 18.00 e 21.00

 

IL SEGRETO DEL BOSCO VECCHIO

Di DINO BUZZATI

Con LUCA MARCHIORO, ALBERTO FORNASATI e        MASSIMILIANO KODRIC

Regia di LUCA FERRI       

Produzione ANA'-THEMA TEATRO

 

Due sono le tematiche principali affrontate nella realizzazione dello spettacolo. La prima è il passaggio dall’infanzia alla giovinezza di Benvenuto, costretto a lasciarsi alle spalle il mondo fantastico, degli animali parlanti e degli spiriti del bosco, per calarsi nel mondo degli uomini.

Il secondo tema è invece la caduta e la redenzione del Colonello Procolo che, divorato dal demone dell’avarizia, riscopre il contatto con la natura e l’altruismo fino al sacrificio. 

E' uno spettacolo estremamente poetico e riflessivo, ricco di musica ed effetti speciali ma sempre caratterizzati dalla tecnica d’attore e dalla recitazione vicina al pubblico. 


Domenica 24 ottobre ore 18.00

 

IL CARRO DI DIONISO

Con DENNY MENDEZ, VITO CESARO, MASSIMO                     PAGANO, CLAUDIO LARDO, CHRISTIAN                           SALICONE, FILIPPO D’AMATO

Regia di VITO CESARO

Produzione ASSOTEATRO

 

Questo dramma satiresco è riconducibile nella sfera del culto del dio Dioniso, dio dell’estasi, del vino, dell’ebbrezza e della liberazione dei sensi.  Il lavoro di adattamento dell’opera, nel rispetto del testo originario, lo ha reso più scorrevole, veloce, con battute comiche a chiusura che ne spostano l’asse da dramma in rime a commedia brillante – comica. Il Carro di Dioniso è stato rappresentato per la prima volta a Siracusa nel 1914,scritto da Ettore Romagnoli grecista e letterato italiano, docente universitario a Catania, Roma e Milano. I personaggi della commedia sono particolari, divertenti, caratterizzati e per certi versi surreali. Si muoveranno in una scena essenziale, sfavillante e colorata.


Domenica 14 novembre ore 18.00 

 

ELISABETTA I - le donne e il potere

Con MADDALENA RIZZI

Regia di FILIPPO D'ALESSO

Produzione SEVEN CULTS

 

Il tema del potere da sempre vive di un immaginario al maschile, anche quando è una donna al posto di comando. Lo sguardo che osserva i comportamenti e le dinamiche che identificano il potere è spesso distorto dall’antico retaggio che gli uomini hanno imposto. Come le donne si sono orientate in rapporto al potere, dentro questi stretti confini, è ciò che con attenzione proviamo ad indagare ed Elisabetta I ne è la figura emblematica. I confini del potere si disegnano in strategie, tattiche, linee orizzontali e verticali: una partita a scacchi immaginata dagli uomini giocata da una donna. Cosi tutto cambia, i contorni assumono colori imprevisti, il rapporto con il potere vive di continui conflitti, le tensioni sono stridenti, le soluzioni impreviste. Il potere è come una macchina infernale pronta sempre a prendere il sopravvento...


Domenica 28 novembre ore 18.00

 

ARLECCHINO FURIOSO

Con MARCO ZOPPELLO, ELEONORA MARCHIORI,                 ANNA DE FRANCESCHI, MICHELE MORI

Regia di MARCO ZOPPELLO

Produzione STIVALACCIO TEATRO /

                     TEATRO STABILE DEL VENETO

 

L’Amore, quello con la “A” maiuscola, è il motore di un originale canovaccio costruito secondo i canoni classici della Commedia dell’Arte. Un Amore ostacolato, invocato, cercato, nascosto e rivelato, ma soprattutto un Amore universale, capace di travalicare i confini del mondo.

Una coppia di innamorati, Isabella e Leandro, costretti dalla sorte a dividersi, si ritrovano dieci anni dopo in Venezia pronti a cercarsi e innamorarsi nuovamente. Allo stesso tempo il geloso Arlecchino corteggia la servetta Romanella, pronto ad infuriarsi al primo sospetto di infedeltà.

Lo spettacolo è pensato per un pubblico universale, recitato con varietà di lingue e dialetti, arricchito dall'uso delle maschere, dei travestimenti, dei duelli, dei canti, delle musiche e delle pantomime.


Domenica 19 dicembre ore 18.00 

 

CONCERTO DI NATALE

la piccola fiammiferaia e altre storie di Natale

Con ORCHESTRA DI FIATI NUOVA BANDA DI ORZANO

Direttore d'Orchestra   Mo. NEVIO LESTUZZI 

 

Il Teatro della Corte propone l’ormai tradizionale concerto di Natale portando sul palco 30 elementi dell'orchestra di fiati della Nuova banda di Orzano, diretto con maestria dal Maestro Nevio Lestuzzi.

Dopo alcuni brani natalizi e musiche della tradizione, la serata proporrà la fiaba in musica di H.C. Andersen “La piccola fiammiferaia”, con la partecipazione degli attori Luca Ferri e Luca Marchioro.

Una novità che sicuramente incontrerà l’attenzione dei più piccoli e l’apprezzamento dei più grandi.


Venerdì 31 dicembre ore 21.45

 

CAPODANNO A TEATRO

DIVINE COMEDIE con I TRIGEMINUS

con MARA & BRUNO BERGAMASCO

Regia di LUCA FERRI       

 

“Divine Comedie” si presenta come un grande spettacolo in lingua friulana che ha come protagonisti i due famosi fratelli Bruno e Mara dei Trigeminus; un percorso esilarante attraverso uno dei grandi capolavori della letteratura: la Divina Commedia di Dante. Durante il viaggio, i protagonisti, come nell’opera classica, incontreranno le anime dei personaggi danteschi contestualizzati ai giorni d’oggi, insieme ai “nuovi arrivati” presi in prestito dai più famosi sketch della coppia. Partendo dall’inferno, il pubblico incontrerà Caronte, Paolo e Francesca e molti altri personaggi mescolati ai protagonisti conosciuti dal grande pubblico friulano come i fratelli Grado, la tifosa dell’udinese o la spassosa Mary. Un cabaret di alto livello in lingua friulana capace di far ridere e al contempo di far ragionare il pubblico.

 

SPETTACOLO + BRINDISI DI MEZZANOTTE

biglietto 31 dicembre intero € 25 ridotto € 18 (under 18)


Domenica 23 gennaio ore 18.00 

 

RE LIAR 

Da  RE LEAR di W. SHAKESPEARE

con LUCA FERRI, LUCA MARCHIORO, MIRIAM                         SCALMANA

Regia di LUCA FERRI       

Produzione ANA'-THEMA TEATRO

 

Chi siamo realmente? Siamo realmente in grado di essere sinceri con noi stessi o la menzogna fa parte anche della nostra intimità? In questo Re Liar/Re bugiardo, un uomo si trova di fronte alla giustizia per aver ucciso le figlie brutalmente. La sala degli interrogatori diviene un’anticamera dell’anima creata per gli incontri con lo psichiatra, con l’ultima delle tre figlie , con se stesso e con il pubblico che diviene spettatore dietro ad un vetro immaginario.  In questo spettacolo, Ferri esplora con forza devastante le questioni più basilari dell’esistenza umana: amore e dovere, amicizia e tradimento, leadership e lealtà,  destino e la schiacciante inevitabilità di una vita prossima alla fine. Sul palcoscenico un pavimento a scacchi a ricordare i movimenti studiati della corte, pareti banche, un tavolo per l’interrogatorio ed elementi che giungono inaspettatamente come pensieri all’improvviso.


Domenica 13 febbraio ore 18.00 

 

IL VELENO DEL TEATRO  

Da  RODOLF SIRERA

con SALVATORE DELLA VILLA e MAURO RACANTI                 Compagnia SDV

Regia di SALVATORE DELLA VILLA    

 

Il Veleno del Teatro è un raffinato dialogo drammatico sulla vita e l'arte, la finzione e la realtà, sulle possibilità dell'uomo di sapere distinguere tra la prima e la seconda.

Il testo descrive l'incontro fra due mondi, la borghesia in ascesa e l'ormai decaduta – o decadente – nobiltà, incarnate rispettivamente da un giovane e ambizioso attore di successo e da un aristocratico, espressione di una élite di potere ormai condannata alla fine ma ancora custode di antichi valori e ideali, tra cui l'amore per la verità – e che fa dell'abitudine a un'arrogante, quanto spietata “sincerità”, una virtù. Sullo sfondo la Francia di fine Settecento, alle soglie della Rivoluzione Francese...

 


Domenica 27 febbraio ore 18.00

 

FRIDA - danza

Con LYRIC DANCE COMPANY 

Coreografie di  ALBERTO CANESTRO  

Musiche di  ENRICO FABIO CORTESE

 

Icona di donna indipendente, sperimentatrice e rivoluzionaria, Frida Kahlo rappresenta un punto di riferimento, un modello di forza, di indipendenza e di stile. Il ritratto danzato “dipinto” da Alberto Canestro ci trasporta nel mondo a tinte forti di una donna che esprime la libertà di essere se stessa, senza maschere, autentica e naturale. Lyricdancecompany è una giovane compagnia di danza fiorentina fondata Maestro Alberto Canestro che ne è da sempre l’anima e il motore, nella sua veste di Direttore Artistico. La compagnia si compone di danzatori scelti e da lui formati professionalmente. La proposta artistica di Lyricdancecompany non può prescindere dai luoghi in cui questa realtà nasce e si muove, trovando ispirazione nella storia dell’arte, nutrendosi della bellezza stratificata nei secoli, in un linguaggio contemporaneo e classico allo stesso tempo universale.


Domenica 13 marzo ore 18.00

 

NON SI SA COME

Di  LUIGI PIRANDELLO

Regia di FRANCESCO BRANCHETTI      Produzione FOXTROT GOLF 

 

Questo dramma è uno dei lavori più feroci di Pirandello e di una sconvolgente attualità, Pirandello si dimostra  uno dei grandi narratori psicologici della letteratura moderna, per il sorprendente spessore e la temibile lucidità delle sue storie. 

Ci troviamo davanti ad un balletto straziante tra i personaggi nella demolizione della loro esistenza “sicura” e “borghese” e che porta ad una fortissima identificazione emotiva tra lo spettatore e i personaggi. La regia intende restituire al testo la straordinaria capacità d’indagare l’animo umano e le tortuose relazioni che abbiamo con noi stessi e poi con gli altri; ansie, paure, malesseri, malinconie, dolori, solitudini che si confondono in una danza macabra e straziante che ci trascina nell’inferno privato delle nostre coscienze. Scene e musiche, daranno un apporto fondamentale a questo viaggio nel mondo dei rapporti tra gli esseri umani, nell’inconscio, nella psiche, di cui sono proiezioni.


Domenica 27 marzo ore 18.00

 

ANIMA RIBELLE, David Maria Turoldo

Con LUCA MARCHIORO e RAFFAELLA GIAMPAOLI

Regia di LUCA FERRI

Produzione ANA'-THEMA TEATRO

 

"Anima Ribelle ” è la storia di un uomo e della sua anima che, attraversando tutto il novecento, lo ha segnato con il suo multiforme ingegno: Davide Maria Turoldo. Padre Turoldo fu una figura profetica in ambito ecclesiale e civile nonché teologo, filosofo, scrittore, poeta e membro dell’Ordine dei Servi di Maria, incarnando appieno un’anima inquieta in seno alla Chiesa. Lo spettacolo intende esplorare e portare alla luce la vita e le radici friulane di Turoldo, il suo rapporto con la madre e con la gente della sua terra e della sua casa. Grazie alla collaborazione con il Centro Studi, gli attori hanno potuto conoscere e studiare documenti molto rari e scritti inediti, hanno potuto intervistare persone che realmente hanno vissuto e conosciuto Turoldo e la sua famiglia. Anima Ribelle è uno spettacolo unico ed emozionante per tutta la famiglia in grado di far riflettere grandi e piccini.


Per info e prenotazioni: 3453146797